Fisica

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • #1379
    Zuzzola
    Partecipante

    Ciao, riusciresti a darmi qualche dritta per risolvere l’esercizio, grazie 

    #1380
    Zuzzola
    Partecipante

    Ciao non sono riuscita ad impostare questo esercizio pag 179 del libro la fisica di Cutnell e Johnson, riusciresti a dami una dritta… grazie   

    #1381
    Anita
    Partecipante

    La tua impostazione è corretta, perché giustamente hai riconosciuto l’urto come elastico nel quale quindi l’energia cinetica si conserva. Attenta però quando scrivi che la somma delle due velocità iniziali è uguale a quella delle velocità finali poiché è vero solo se ne consideri il modulo. Se infatti tu le provassi a sommare con il loro segno effettivo ti verrebbero risultati differenti. Ti consiglio quindi di rivedere i tuoi calcoli, esplicitando meglio, magari in uno schema, il sistema di riferimento che hai scelto e come sono i valori delle velocità prima e dopo l’urto ( positivi o negativi… ). Per quanto riguarda il primo post, non risulta nemmeno a me.

    Spero che il mio consiglio ti possa aiutare. Se dovessi avere ancora bisogno chiedi pure 🙂

    Anita

    #1382
    Francesco Carpanini
    Partecipante

    Ciao,

    Per quanto riguarda il primo problema è bene sapere che l’impulso di una forza variabile è equivalente all’area sottesa dalla curva nell’intervallo di tempo.
    In questo caso l’esercizio ti aiuta fornendoti già il grafico.
    Non avendo ancora fatto gli integrali, ma avendo a che fare con una semplice parabola, potresti usare la formula del segmento parabolico per calcolarti l’area sottesa dalla curva nell’intervallo di tempo [t0, 15]

    Fammi sapere 🙂

    spero di esserti stato d’aiuto!

    #2018
    Giulia
    Partecipante

    Potete dirmi dove ho sbagliato? Il mio risultato è 4 e invece deve essere -4

    Grazie mille

     

    #2023
    Anita
    Partecipante

    Per risolverlo devi prima di tutto ricordare che se il lavoro è compiuto sul sistema è considerato negativo, mentre quando è compiuto dal sistema è positivo. In questo caso tu hai calcolato l’energia interna iniziale come se fosse quella finale (il testo infatti dice che è quella finale il doppio di quella iniziale e non viceversa, mentre tu hai sostituito U (o E in.) con 2 volte Q-L. I dati quindi sarebbero:

    Uf (E interna finale)= 2 per Ui (E interna iniziale)

    Ui/L è l’incognita

    quindi per riassumere non è necessario mettere il “per 2” davanti a (Q-L) perché altrimenti quello che ottieni è la Uf che è il doppio di quella che in realtà serve (cioè la Ui). Inoltre il lavoro che stai considerando è negativo, non positivo, poiché è compiuto non dal ma sul sistema, come specifica anche il testo. Quindi dopo aver sostituito Q con il corrispettivo 3L (come giustamente hai già fatto tu) otterrai al numeratore “3L – (-L)= 4L” e al denominatore -L . Otterrai quindi il tuo risultato, -4

    Fammi sapere se hai capito, altrimenti scrivi pure 🙂

    Anita

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.